Termoconvettore elettrico: i modelli consigliati e tante altre info

Termoconvettore elettricoSe il tuo termosifone non basta a riscaldare un determinato ambiente di casa, allora potresti cominciare a prendere in considerazione l’idea di acquistare un termoconvettore elettrico. Ve ne sono di diverse tipologie. Oltre ai modelli elettrici ne esistono anche a gas e ad acqua. Noi in questo articolo ci occuperemo solo del modello elettrico, in quanto è il metodo di riscaldamento più semplice e meno invasivo (visto che basta attaccare il termoconvettore alla spina ed il gioco è fatto).
Nel corso dell’articolo avria modo di scoprire tutto ciò che riguarda tali tipologie, comrpesi i migliori modelli da noi consigliati.

Termoconvettore con ventola: consigliamo Delonghi HSX2320F

Uno dei difetti dei termoconvettori è di certo la lentezza con cui riscaldano, per ovviare a questo problema è stata introdotta una ventola che forza la diffusione del calore. Proprio ciò di cui è dotato il De’Longhi HSX2320F.
Tra l’altro vanta un design slim, quindi occupa meno spazio ed è più grazioso da vedere rispetto ai comuni convettori elettrici.
E se vuoi scoprire le tante altre caratteristiche di questa stufa, ti invitiamo a cliccare su De’Longhi HSX2320F Slim Style.

Convettore digitale ed elegante: consigliamo Klarstein Bornholm Curved

Un altro convettore che consigliamo è il Klarstein Bornholm Curved. Dal punto di vista estetico è davvero originale grazie al suo design curvo ed elegante. Inoltre, vanta un display digitale touch (quindi stufa che sta al passo con i tempi). E potrai impostarne il funzionamento giornaliero (timer 24 h) e scegliere tra due potenze (1100 watt e 2000 watt).
Stufa gestibile anche a distanza grazie al telecomando in dotazione. E se vuoi saperne di più sulla Klarstein Bornholm Curved puoi visitare questa pagina (scoprirai anche il prezzo) oppure clicca su Klarstein Bornholm per saperne di più sulla linea.

Termoconvettore a parete: consigliamo Klarstein Norderney

Ti serve spazio?
Preferisci avere il tuo termoconvettore elettrico appeso al muro piuttosto che a terra?
Nessun problema, grazie al termoconvettore elettrico a parete sarà possibile installare al muro il tuo elettrodomestico. Per appenderlo sarà necessario munirsi dell’apposito kit d’installazione che troverai già nella confezione d’acquisto (viti e tasselli). E alcuni particolari modelli, come il Klarstein Norderney, consentono un’installazione sia a muro che a pavimento.
Il Klarstein Norderney lo apprezziamo non solo per questa doppia possibilità, ma pure perché vanta un design slim ed elegante, i comandi touch e il timer. Oltre all’ovvia presenza del termostato ambiente regolabile. Due le potenze selezionabili: 1000 w e 2000 w.
Convettore consigliato per ambienti di massimo 30 mq.
Vuoi adesso scoprire quanto costa il Klarstein Norderney?
In tal caso, clicca qui.

Convettore svedese a basso consumo energetico: consigliamo Radialight Sirio 10

Come abbiamo detto nel nostro articolo relativo alle stufe elettriche svedesi, queste particolari tipologie sanno essere molto convenienti perché consumano meno. E allora tra i nostri consigli d’acquisto non poteva mancare un convettore svedese e nello specifico parliamo del Radialight Sirio 10. Stufa che, tra l’altro, grazie al livello di protezione IP24 può essere installata in bagno.
Non vanta nessuna ventola, quindi è meno veloce di un termoventilatore ma è decisamente più silenzioso.
Solo una potenza da attivare: 1000 watt.
Sirio è una linea che propone anche altri convettori dai consumi differenti (sia superiori che inferiori) e ti invitiamo, intanto, a valutare qui prezzo e ulteriori funzioni del Sirio 10. Poi, nella stessa pagina che visiterai, potrai scoprire (qualora volessi) pure gli altri modelli della serie.

Adesso ti proponiamo tre offerte relative ai seguenti termoconvettori elettrici che, qualora interessato, ti invitiamo a scoprire.

 
Ultimo aggiornamento: 17 Settembre 2019 20:10

Termoconvettore ventilato: adesso è più veloce!

Uno dei motivi per cui magari non si sceglie un termoconvettore è dipeso dalla lentezza con cui riscalda l’ambiente. D’altronde è un processo naturale. Ad oggi però in commercio vi sono i modelli ventilati che diffondono il calore più velocemente grazie alla presenza della ventola, e in questo imitano i termoventilatori. C’è però una differenza: la ventola si attiva solo alla massima potenza quindi non è sempre attiva.
Se vuoi godere di un calore più immediato, il termoconvettore ventilato è ciò che fa per te e tra i migliori modelli consigliamo De Longhi HSX3320FTS.

Convettori elettrici: i vantaggi

Il termoconvettore, come magari saprai, produce calore per mezzo di una resistenza elettrica e verrà poi diffuso tramite una trasmissione di calore del tutto naturale (anche se ci sono dei modelli che forzano questa diffusione). E ciò comporta dei vantaggi che andremo a descrivere nei prossimi sotto-paragrafi.I benefici che verrai descritti in basso sono relativi anche alle caratteristiche che un modello può possedere (quindi non dipendono

Davvero silenzioso!

Il termoconvettore è silenzioso. Questo è un vantaggio che apprezzerai sopratutto se vuoi metterlo nella stanza da letto. Questo ti permetterà di avere la stanza riscaldata e di poter dormire davvero sogni tranquilli. E tra i modelli più silenziosi segnaliamo il modello Rowenta Vectissimo II CO3030F0.

Consumi regolabili con il termostato!

Elettrodomestico non significa per forza: “Bolletta della luce vattene via, voglio restare da solo con la mia malinconia“. No, ma quale malinconia, quale brutti sorprese, il termoconvettore elettrico è a basso consumo. Ormai i nuovi modelli rispettano tutti la stessa linea commerciale per il risparmio energetico. Questo significa che la bolletta della luce è salva. Il risparmio è anche sul prezzo d’acquisto, basta approfittare delle giuste offerte [come questa].
Consuma meno anche perché ormai la stra-maggioranza dei modelli è dotata di termostato per regolare il funzionamento automatico del prodotto, senza tenerlo acceso quando non ce n’è il motivo. E con il regolatore di potenza scegli tu quanto consumare.

La comodità è un vizio di cui non bisogna privarsi!

Il termoconvettore elettrico può essere regolato grazie alla comoda funzione timer,  sia con telecomando che senza. Quindi, se vuoi che ad un determinato orario il tuo termoconvettore elettrico debba iniziare a funzionare, si avvierà proprio all’ora stabilita. Ovviamente, prima assicurati che questa funzione sia presente nel modello che hai deciso di acquistare. Non è un vantaggio che possiedono tutte le stufe elettriche del genere, sì invece De Longhi hcs2550fts.

Se è dotato di telecomando, beh, ancora meglio. Ciò significa che se sei sdraiata a leggere il nuovo seguito di “Cinquanta sfumature di grigio”, non dovrai alzarti dal letto per andare incontro al tuo termoconvettore elettrico e accenderlo. No, la tua stufa elettrica potresti accenderla e gestirla anche con il tuo comodo telecomando. Così, potrai di nuovo immergerti verso la lettura di un uomo che nella realtà non esiste.

Non è vero che sono tutti pesanti!

Si è sparsa la voce che il termoconvettore elettrico sia pesante.  In realtà non è sempre così. È vero che in passato questi elettrodomestici avevano un peso non indifferente, ma per fortuna con le nuove tecnologie, i progettisti sono riusciti a sviluppare dei modelli con un peso molto inferiore rispetto a quelli di una volta. Ci sono infatti, dei termoconvettori elettrici che riescono a pesare anche solo tre o quattro chili. Non solo leggerissimi, ma anche trasportabili.

Termoconvettore elettrico: prezzi anche molto bassi

Il prezzo di un termoconvettore elettrico varia in base al modello scelto e alle caratteristiche (come la presenza o meno della ventola). Solitamente però, questa tipologia di stufa elettrica non costa tanto. Anzi, ci sono alcuni modelli che sono particolarmente economici, come questo ad esempio.

Search