Pannelli radianti a infrarossi: consigli sulla scelta e utili info

pannelli radianti a infrarossiTra le varie stufe elettriche stai valutando l’acquisto dei pannelli radianti a infrarossi?
Sei indeciso perché non conosci bene il funzionamento e nemmeno i vantaggi?
Tutti questi dubbi saremo in grado di estinguerli nel corso di questo articolo, dove tra l’altro avrai modo di scoprire (nei successivi tre paragrafi) quali sono i pannelli da noi consigliati.
Possiamo già anticiparti come i pannelli radianti a infrarossi siano tra le stufe elettriche più vantaggiose in termini di consumi.

Pannello radiante a infrarossi a basso consumo: consigliamo il TecTake 800582

Grazie ad una potenza di soli 300 watt, il pannello TecTake 800582 dimostra di consumare davvero poco. Consigliato per ambienti di circa 5/10 mq e grazie al suo design moderno ed elegante (oltre che sottile) può essere posizionato in ogni ambiente domestico.
Lo consigliamo anche per il suo costo non eccessivo, come avrai modo di verificare qui.
Un ulteriore “plus” per l’acquisto è il livello di protezione IP44 che lo rende adatto anche per l’installazione in bagno.

Pannello infrarossi riscaldante dal design ultra sottile: consigliamo Vinco CPH 08

Del pannello riscaldante Vinco CPH-08 ci ha sicuramente convinto il design ultra-sottile (spessore di soli 10 mm) e anche la superficie bianca davvero elegante. E non è tutto, perché questo pannello potrai anche decorarlo come piace a te. Quindi, è altamente personalizzabile. Consumi assai ridotti, solo 400 watt. Non è nemmeno troppo grande (60 x 60 cm).
E dobbiamo pure aggiungere che costa davvero poco [scopri qui il prezzo].

Pannello riscaldante con termostato: consigliamo Viesta H1200

I due modelli precedenti non erano dotati di termostato, invece il Viesta H1200 sì. Lo strumento viene dato in dotazione già con l’acquisto del pannello, così potrai regolare da te la temperatura nella stanza. Tra l’altro rispetto ai pannelli radianti descritti poco prima, il Viesta H1200 è più potente (1200 watt). Di conseguenza lo consigliamo per stanze di circa 15/20 mq.
Risulta più efficiente non solo perché è più potente, ma anche perché vanta la nuova tecnologia con elementi a cristalli di carbonio.
Sì, ma quanto costa?
Il prezzo puoi scoprirlo qui.

E se vuoi risparmiare sul costo d’acquisto dei pannelli radianti a infrarossi ti invitiamo a valutare le offerte presenti in basso.
 
Ultimo aggiornamento: 18 Settembre 2019 0:48

Pannelli riscaldanti a infrarossi: scegli il design che preferisci!

Prima di occuparci degli aspetti tecnici e dei vantaggi che offrono i pannelli radianti a infrarossi, pensiamo al fattore estetico. E vogliamo occuparcene perché rispetto alle altre stufe elettriche, i pannelli sanno essere degli ottimi elementi di arredo. Non devi vederli solo come delle stufe elettriche qualsiasi, proprio no, perché possono rivelarsi all’occorrenza anche dei bellissimi quadri o degli specchi.

Quadri a parete riscaldanti

Vuoi sì riscaldare la stanza fredda che hai in casa ma non vuoi dover rinunciare all’aspetto estetico della camera?
Desideri un pannello che possa dare ulteriore risalto a tutto l’arredamento?
Un pannello che non faccia capire di essere di fronte ad un sistema di riscaldamento?
Allora ciò che fa per te è il quadro a infrarossi. L’unico modello che unisce l’utilità della stufa alla bellezza di un quadro.
Per saperne di più ti invitiamo alla lettura dell’articolo “Quadri a parete riscaldanti“, dove potrai scoprire anche i prezzi e i modelli da noi scelti.

Pannelli radianti a specchio

I pannelli radianti a specchio sono elettrodomestici perfetti per essere installati in bagno. Pensa un po’ all’utilità: fai la doccia e piuttosto che “morire” dal freddo una volta uscito, potrai essere coccolato dal calore emanato dal pannello. E in più, mentre ti sistemi per un appuntamento di lavoro o magari un’uscita galante, potrai specchiarti proprio davanti al tuo pannello radiante a specchio (cliccando sul link potrai leggere il nostro apposito articolo, scoprire prezzi e tanto altro).

Pannelli radianti a infrarossi: i vantaggi

Il principio di funzionamento di tali stufe elettriche si basa sulla trasmissione del calore per irraggiamento. Quindi, non viene riscaldata l’aria, ma vengono riscaldati i corpi solidi (quindi oggetti, pareti, ecc.). E saranno poi gli stessi corpi solidi a trasformare le onde ad infrarossi in energia termica.
“Questo comporta dei vantaggi?”
Certo.
“Quali?”
Lo scopriremo subito.

Calore immediato, se davanti al raggio d’azione del pannello!

La trasmissione del calore per irraggiamento colpisce i corpi solidi, quindi si avrà una sensazione immediata di calore (se davanti al raggio d’azione) e,inoltre le radiazioni (non nocive per nessuno) vengono assorbite anche dalle pareti di casa, dal pavimento e dal soffitto. Questo ci assicura una diffusione più omogenea del calore.

Addio a umidità e muffa!

Oltre a riscaldare una stanza, vorresti pure risolvere una volta per tutte il problema relativo all’umidità e alla muffa?
Con i pannelli radianti a infrarossi questi due problemi vengono facilmente cancellati. Infatti, l’assorbimento delle radiazioni da parte delle pareti ci aiuta a combattere l’umidità in casa (e tutti quei fastidi che colpiscono di conseguenza la nostra salute).

Nessun rumore, nessuna manutenzione e nessun ingombro!

I pannelli riscaldanti possono essere installati a parete o a soffitto, questo significa che non te lo ritroverai mai in mezzo alla stanza. Troverà il suo spazio in casa senza essere un fastidio per nessun abitante. Per l’installazione basta saperne un po’ di “fai da te”, non c’è bisogno di chiamare alcun tecnico. Inoltre rispetto ai termoventilatori non sono rumorosi. Mentre, rispetto alle stufe a pellet o alle stufe a gas non hanno bisogno di alcuna manutenzione ordinaria.

Consumi minimi!

Adesso possiamo toccare il tasto più dolente: il consumo.
Quanto consuma un pannello radiante a infrarossi?
Come abbiamo visto in questo articolo stufe elettriche a basso consumo, un elettrodomestico che emana una potenza di 1000 watt ci farebbe spendere circa 20 centesimi all’ora. Quindi il consumo dipende essenzialmente da due fattori: potenza e durata di utilizzo.
Ma vogliamo spiegarci meglio con un esempio: hai comprato un termoventilatore da 1000 watt e lo accendi per un’ora. Il tuo costo orario (con tariffa di 0,20 kw/h) sarà di 20 centesimi.

I pannelli radianti vantano delle potenze inferiori, si può anche acquistare un modello di soli 300 watt. E calcolando questa potenza per la tariffa di 0,20 kw/h, significa che spenderemo solo 6 centesimi. Hai letto bene, solo 6 centesimi all’ora.
E attenzione perché ci sono pure dei dispositivi che fanno risparmiare ancor di più grazie al termostato ambiente. Con quest’ultimo potrai impostare una temperatura massima da raggiungere e una volta che sarà raggiunta la stufa si spegnerà in modo automatico. Quindi non ci sarà neppure il bisogno di tenere acceso inutilmente il pannello elettrico riscaldante.

Pannelli radianti infrarossi: prezzi e perché sceglierli!

Perché dovresti scegliere un pannello radiante piuttosto che una classica stufa elettrica?
Perché intanto consuma meno e questo è il primo vantaggio di cui godresti in bolletta. In più è meno ingombrante perché non dovrai trovargli spazio sul pavimento, ma l’installazione è a soffitto o a parete. Per non parlare del design elegante anche senza optare per i modelli a quadro o a specchio.
“Sì, ma quanto costa?”
Il costo d’acquisto dei pannelli radianti a infrarossi può essere sia alla portata [come dimostrato qui] che no, tutto dipende dalla potenza e dalle caratteristiche di cui dispone il prodotto scelto.

Search