Quadri a parete riscaldanti: valutazione dei modelli e dei vantaggi generali

quadri a parete riscaldantiVorresti avere un pannello radiante invisibile?
Godere dei suoi benefici e allo stesso tempo esaltare l’arredamento della stanza?
Ciò è possibile solo scegliendo i quadri a parete riscaldanti. All’apparenza non sembrano altro che dei bellissimi quadri da appendere, ma nella realtà sono molto più che semplici oggetti decorativi. Sono dei pannelli radianti che si integrano perfettamente allo stile presente in casa. Potrai avere degli ospiti e nessuno di questi sarà in grado di riconoscere il pannello a infrarossi dai restanti quadri. E in basso ti proponiamo subito tre tra i più bei modelli.

Quadro riscaldante dal design “style natural”: consigliamo InfrarotPro 07

Se ti piacciono le decorazioni ispirate alla natura, allora difficilmente InfrarotPro 07 non ti piacerà. Sulla superficie è rappresentato il disegno di un paesaggio naturale di indiscussa bellezza [piuttosto che basarti sulle nostre parole, puoi vedere qui il design di tale quadro radiante).
Lasciando stare l’aspetto estetico, dal punto di vista tecnico possiamo dire che il consumo non è eccessivo (750 watt). E dobbiamo segnalare un altro aspetto positivo, ovvero la garanzia di ben 7 anni.

Quadro infrarossi con decorazione “Tour Eiffel”: consigliamo InfrarotPro C750BILD

Il quadro termico InfrarotPro C750BILD soddisferà tutti gli amanti della Tour Eiffell. Attrazione che non ha certo bisogno di descrizioni, visto che tutti la conosciamo, anche se non tutti abbiamo avuto modo di vederla dal vivo. E sia per te che vorresti un giorno andare a visitare questo pezzo di storia e sia per te che già hai visto la torre dal vivo, InfrarotPro C750BILD permette di ammirare la rappresentazione della Tour Eiffel su un quadro che funge pure da riscaldamento.
Inoltre, tale pannello a infrarossi soddisfa anche il portafoglio, visto che il pannello termico consuma solo 750 watt e il prezzo di acquisto non è elevato [scopri qui quanto costa].
Potrai installarlo sia in camera da letto (tanto è assolutamente silenzioso e non ti infastidirà di notte) e sia in bagno (vanta il livello di protezione IP44).

Quadro termico portatile in fibra di carbonio: consigliamo CG Home B07JF7SQ87

Quello che stiamo per consigliare non è il classico pannello radiante, la sua particolarità sta nei materiale in cui è realizzato, ovvero la fibra di carbonio. Ciò ci permette di installare e disinstallare il quadro con una facilità estrema. Basta solo una vite per sostenere il peso del pannello. Inoltre, il quadro in fibra di carbonio lo porti con te anche nei tuoi viaggi (magari per usarlo nella tua casa di montagna) visto che occupa uno spazio minimo. Una volta disinstallato puoi arrotolarlo (no piegarlo).
Il CG Home B07JF7SQ87 ci piace esteticamente e anche perché consuma poco (solo 450 watt). Conseguentemente lo consigliamo per ambienti di circa 5/10 mq.
Interessato all’acquisto?
Se clicchi qui avrai modo di scoprire il prezzo e i commenti di chi lo ha acquistato.

Dopo i nostri consigli d’acquisto, consigliamo di verificare (qualora interessato) la disponibilità dei seguenti tre quadri riscaldanti in offerta.

 
Ultimo aggiornamento: 18 Settembre 2019 9:29

Quadri riscaldanti a parete: le caratteristiche da attenzionare

La scelta estetica è uno dei fattori che non evidenzieremo in questo paragrafo visto che si parla di un parametro che ognuno di noi dovrà valutare singolarmente.
Gli aspetti tecnici vanno valutati attentamente. E nello psecifico attenzioneremo caratteristiche come: termostato ambiente, materiale e potenza.

Pannello riscaldante decorativo in carbonio o quadro portatile a fogli in fibra di carbonio?

In entrambi i casi si tratta di pannelli radianti realizzati in carbonio, ma la differenza netta riguarda la trasportabilità e la maggiore facilità di installazione dei modelli a fogli di carbonio.
Quest’ultimi, essendo appunto dei fogli, si possono arrotolare, così puoi portarli con te in auto per poi, magari, installarli nella tua seconda casa in Svizzera (gisuto per fare un esempio) per le vacanze invernali. Essendo arrotolabili, occupano pochissimo spazio. Inoltre, l’installazione è irrisoria perché è come se fosse un quadro a tela, quindi basta solo una vite per sostenere il peso dell’oggetto.
Invece, i pannelli riscaldanti in carbonio non si possono arrotolare e l’installazione richiede più tempo (non basta una vite per sostenerne il peso).

Pannello decorativo con termostato o no?

Il termostato consente lo spegnimento automatico del quadro riscaldante quando la temperatura avrà raggiunto il livello di comfort da te impostato. Tuttavia, nelle stufe a infrarossi che, come sappiamo, riscaldano meno delle stufe a convenzione, questo elemento è meno ricercato e, per certe tipologie, non è nemmeno applicabile.
Ma consigliamo o no il termostato per l’uso dei quadri riscaldanti?
Lo consigliamo se hai intenzione di tenere acceso il pannello decorativo più ore al giorno affinché una stanza rimanga calda. Se no, il suo utilizzo non è così importante come per altre tipologie di stufe..

Quanto deve essere potente?

Il fattore potenza va valutato insieme al fattore consumo. Maggiore è il primo e maggiore sarà di conseguenza il secondo. Così come è vero che una maggiore potenza consentirà di riscaldare la stanza più velocemente. Quindi, la potenza termica necessaria a riscaldare una determinata stanza, va valutata in base ai mq della camera. Per stanze di circa 5 mq basta un quadro radiante da 300 watt.
In ogni caso però, è bene che tu sappia che il riscaldamento a infrarossi è meno efficace del riscaldamento a convenzione quando si tratta di riscaldare un ambiente. Più efficace quando deve riscaldare una persona che sta davanti al suo raggio d’azione.

Quadri riscaldanti: prezzi più bassi optando per i modelli a fogli di carbonio

I quadri a parete riscaldanti “classici” (ovvero i pannelli) vantano dei costi meno alla portata rispetto ai quadri a fogli in fibra di carbonio. Differenze che ti invitiamo a valutare visitando tale pagina (per scoprire il prezzo di uno dei quadri a fogli di carbonio più apprezzati) e cliccando qui (per scoprire i prezzi di vari pannelli riscaldanti decorativi).

Riscaldamento a infrarossi decorativo: i vantaggi

Perché scegliere i quadri a parete riscaldanti?
Perché diffondono il calore per irraggiamento. Non viene riscaldata l’aria, ma le radiazioni (che non sono assolutamente nocive) vengono assorbite solo dai corpi solidi (quindi muri, oggetti e da noi stessi).
E quali sono quindi i benefici dell’irraggiamento?
Calore immediato (se si è nelle strette vicinanze del suo raggio d’azione).

Ma il vantaggio più prezioso che sono in grado di offrire i quadri a parete riscaldanti riguarda il basso consumo. Infatti, la potenza può anche essere di soli 300 Watt e nel caso tu avessi una tariffa di 0,20 kw/h significherebbe un consumo orario di soli 6 centesimi. Accenderlo anche per sei ore tutti i giorni ti porterebbe ad un consumo minimo e di conseguenza nessun rischio che la bolletta sia, poi, troppo “salata”.

Search