Termoventilatore per auto: valutiamone l’utilità e scegliamo quello giusto

termoventilatore per autoL’inverno non colpisce solo le abitazioni rendendole più fredde, ma anche le auto. A chi non è mai capitato di entrare in macchina ed essere accolti da una temperatura “glaciale”? Tanto che di levarsi il giubbotto proprio non se ne parla se prima non si accendono i riscaldamenti. Sì, i riscaldamenti… ecco, prima che possano entrare correttamente in funzione bisogna aspettare che il motore entri in temperatura. Ma probabilmente con la fretta che contraddistingue le nostre vite, non avremo tempo per aspettare i comodi del motore e inizieremo già ad incamminarci. Uhm, no come non detto, perché prima (se l’auto è rimasta fuori e non in garage) dobbiamo sbrinare i vetri, ma per farlo bisogna azionare i riscaldamenti. Insomma, non c’è proprio verso di partire subito. E se magari si è in ritardo ci tocca attendere obbligatoriamente quei 10 minuti.
Non sarebbe meglio evitare quest’attesa? 
Beh diremmo proprio di sì e la soluzione è quella di optare per un termoventilatore per auto.

 

Riscaldatore per auto: prezzi e offerte

Ma quanto costa un termoventilatore per auto?
Se è questo ciò che ti stai chiedendo, possiamo suggerirti la risposta visionando qui i prezzi dei modelli disponibili. Possiamo già anticiparti che un termoventilatore per auto non ha comunque un costo elevato, a maggior ragione se il prodotto risulta scontato.

E a proposito di sconti, qui di seguito ti mostriamo delle offerte vantaggiose relative a tre termoventilatori per auto.

 

Ultimo aggiornamento: 12 novembre 2018 17:42

 

Riscaldatore elettrico per auto: risparmi tempo e “freddo”!

Come hai potuto leggere poco sopra, in inverno si perdono parecchi minuti ad aspettare che il riscaldamento dell’auto possa essere messo in funzione e faccia il suo dovere. E per riuscire ad evitare ciò, è il caso di utilizzare un termoventilatore per auto. Il suo funzionamento è esattamente come quello di un classico termoventilatore da casa, solo che si alimenta con una presa da 12 v e non con una da 220 v. Quindi, in poche parole si deve solo attaccare alla presa accendisigari dell’auto e inizierà fin da subito a riscaldare l’abitacolo e a sbrinare i vetri. Poi puoi decidere se continuare ad utilizzarlo al posto del riscaldamento presente in auto o se spegnerlo.
Alcuni modelli presentano anche la funzione ventilatore, ma quest’ultima risulta utile solo se ci sono dei problemi con la ventola, se no potresti anche non utilizzarla.
Alcuni termoventilatori permettono anche di scegliere tra potenze diverse, così da aumentare o ridurre il consumo. E a tal proposito vogliamo segnalare che, in caso di utilizzo del termoventilatore a macchina spenta, è meglio utilizzarlo per poco tempo onde evitare che consumi tutta l’energia della batteria.

 

Termoventilatore ceramico per auto o elettrico?

Si può scegliere tra due diverse tipologie di riscaldatori elettrici per auto: quelli con resistenza elettrica o quelli con resistenza ceramica.
Quale tra le due tipologie è la migliore?
Come per i modelli tipici da casa, il migliore risulta essere quello ceramico visto che la ceramica è un materiale che consente una diffusione del calore più rapida e più efficiente e anche un riscaldamento più duraturo. Di conseguenza i termoventilatori ceramici per auto sono migliore di quelli a resistenza elettrica.

Search