Meglio termoventilatore o radiatore a olio?

Meglio termoventilatore o radiatore a olio?”, questo è uno dei dubbi a cui si può andare incontro quando si è alle prese con la scelta della stufa elettrica ideale. Parliamo di due tipologie comunque diverse, quindi scegliere la migliore in assoluto non è possibile, ma è possibile invece comprendere qual è la migliore per noi. Ciò perché ognuno di noi ha delle necessità diverse e, considerando il diverso funzionamento delle due tipologie di stufe elettriche, potrai avere maggiormente bisogno di un termoventilatore o magari di un radiatore ad olio. Scopriamolo.

Radiatore ad olio o termoventilatore?

Prima di visionare e scoprire quando preferire un radiatore ad olio ad un termoventilatore (e viceversa) specifichiamo che entrambe le tipologie riscaldano l’aria (e non le superfici come accade con le stufe elettriche ad infrarossi). Anche se questa uguaglianza non porta gli stessi vantaggi proprio per via del diverso funzionamento. Ma vediamo il tutto nel dettaglio nei paragrafi sottostanti.

Quando preferire un radiatore ad olio ad un termoventilatore?

Il radiatore elettrico riesce a riscaldare grazie all’olio che viene a sua volta riscaldato e che, di conseguenza, permette la trasmissione del calore. Questa diffusione però non è proprio velocissima, e ciò non permetterà un rapidissimo riscaldamento dell’ambiente. Però, proprio la presenza dell’olio (che si raffredda lentamente) fa sì che l’ambiente rimanga caldo più a lungo. Quindi, se in stanza si è raggiunta la temperatura da te desiderata, puoi spegnere la stufa e beneficiare ugualmente di un buon calore per parecchio tempo (poi ovviamente il tempo in cui la stanza rimane calda dipende da tanti fattori).

Quando preferire un termoventilatore ad un radiatore ad olio?

Al contrario delle stufe ad olio i termoventilatori, grazie alla presenza della ventola, riescono a riscaldare l’ambiente più velocemente. Questo vantaggio è ideale ad esempio per chi vuole piazzare la stufa in bagno per poter fare una doccia senza dover poi morire dal freddo una volta fuori dalla medesima. Tuttavia però, si ha una maggiore velocità ma si ha un calore meno duraturo rispetto a quanto offrono i radiatori elettrici.

Un altro vantaggio dei termoventilatori sta nel design, infatti è possibile usufruire di modelli davvero mini che possono essere anche portati con sé (non a caso vi sono i termoventilatori per auto). I radiatori, invece, puoi facilmente spostarli da una stanza all’altra grazie alla presenza delle ruote, ma non sono affatto delle stufe elettriche portatili.

Termoventilatore o radiatore ad olio: quale scegli?

Riassumendo abbiamo capito che conviene scegliere i termoventilatori perché sono più veloci nel riscaldamento e anche più piccoli (quindi meno ingombranti e anche portatili), mentre conviene preferire i radiatori ad olio perché riescono a mantenere il calore più a lungo. E in base a quanto scritto, adesso rispondere alla domanda: “Meglio termoventilatore o radiatore ad olio?” sarà più semplice e immediato. Basta fare un resoconto sulle tue reali necessità.

E se sei arrivato ad una risposta, tra i termoventilatori consigliamo di leggere le recensioni su questi modelli: Olimpia Splendid Color Blast (piccoli e colorati), Radialight TBSLI003 (elegante design), Radialight TBSLI021 (design a specchio) e Honeywell hz 510e (stile vintage).
Tra i radiatori ad olio consigliamo il mini DeLonghi TRNS0505M e il DeLonghi TRRS0920.

Search