Termoventilatore: ideale per le stanze di piccole e medie dimensioni

termoventilatoreCerchi una stufa elettrica in grado riscaldare una cameretta, dove arriva meno calore?
Cerchi una stufa elettrica che consumi poco e che non ti faccia trovare brutte sorprese nella bolletta?
Allora, stai cercando il termoventilatore. L’elettrodomestico ideale per te e per tutti coloro che desiderano una stufa elettrica in grado di riscaldare in maniera più che ottimale un singolo ambiente.
Come emana il calore ?
Il termoventilatore è formato da una resistenza elettrica o ceramica. Da questa resistenza viene emanato il calore, che viene poi diffuso da una specifica ventola in tutto l’ambiente.
Come vedremo in seguito, il termoventilatore è davvero uno strumento vantaggioso ed economico, per chi vuole rafforzare il proprio impianto di riscaldamento o per chi non ha bisogno di acquistare le più costose ed ingombranti stufe a gas.

 

Le domande più comuni prima dell’acquisto di un termoventilatore

Il termoventilatore ha diverse caratteristiche che lo rendono più o meno ideale per ogni situazione. Ora proveremo a descriverti alcune delle situazioni o delle domande, che immaginiamo, potresti porre di  ad uno specialista del settore, per sapere quale sia il modello più adatto alla tua situazione.
Ci sostituiremo allo specialista di turno, consapevoli di poterti dare con certezza, risposte chiare e precise.

“Qual è la potenza ideale?”

La potenza ideale di un termoventilatore dipende dalle dimensioni della stanza in cui deciderai di posizionarlo. Quindi quanto è grande ma anche dallo stesso isolamento termico. In un apposito articolo “Potenza termica necessaria” abbiamo visto come calcolare i watt necessari.  In linea generale possiamo dire un’ovvietà, più la stanza sarà grande più sarà necessario un modello potente. Quindi per una camera grande la potenza minima è di 200 watt.

“Quale termoventilatore mi conviene acquistare se ho intenzione di usarlo spesso?”

Uno dotato di termostato e antigelo. Così non dovrai tenere sempre acceso il termoventilatore, ma lo stesso si spegnerà in automatico quando raggiunge la temperatura che tu hai impostato. E si riaccende nuovamente solo quando la temperatura è scesa al di sotto dei 5 gradi o altro valore, dipende se il valore della temperatura antigelo è regolabile.
Entrambe le funzioni sono presenti in Olimpia Splendid Cromo Colors.

“Voglio un termoventilatore di facile utilizzo a qualsiasi ora del giorno e della notte!”

In questo caso è opportuno acquistare un modello che sia dotato di display luminoso, così anche durante le ore più buie, riuscirai a leggere e impostare chiaramente il tuo termoventilatore. Ancora meglio se dotato di telecomando, così potrai accenderlo e spegnerlo senza doverti alzare dal letto o dal divano. Per la massima comodità.

“Non voglio perdere troppo tempo per la manutenzione!”

Desideri un termoventilatore che ti permetta di svolgere i compiti di manutenzione, in modo facile e veloce?
Allora, quello adatto a te è dotato di filtri antipolvere, che per facilitarti la manutenzione, devono essere velocemente e facilmente rimovibili e lavabili. Così non dovrai perderci molto tempo. E il tempo che risparmi, lo potrai impiegare per altro. Tra i modelli con filtro antipolvere consigliamo Argoclima Boogie Plus.

“Mi piacerebbe trovare la camera già riscaldata quando ritorno a casa!”

Funzione Timer. Grazie a questo vantaggiosso dispositivo potrai impostare l’orario di accensione del tuo termoventilatore.
Sei fuori per lavoro, ritorni alle 19:00?
Potresti tranquillamente impostare l’ora di accensione verso le 18:30.
Devi uscire nuovamente verso le 21?
Non c’è bisogno che ti ricordi di spegnerlo, basta impostare anche l’orario di spegnimento.

 

I vantaggi del termoventilatore

Abbiamo visto un po’ le diverse caratteristiche di un termoventilatore. Certi vantaggi sono abbastanza palesi e siamo sicuri che ti sono già saltati all’occhio. Anche se, alcuni vantaggi variano a seconda del modello acquistato. In questo caso riassumeremo i vantaggi generali.

Basso prezzo!

Questo è uno dei primi vantaggi. Il termoventilatore non costa tanto. Ovviamente ciò dipende pure dal modello che deciderai di acquistare, ma in linea generale è molto semplice trovare in commercio dei termoventilatori dal costo davvero irrisorio (come avrai modo di scoprire qui).

Così leggero che lo puoi portare ovunque!

Altra caratteristica che troverai in ogni modello di termoventilatore, è la leggerezza. Si possono trovare anche modelli dal peso inferiore di due chili e grazie alla comoda maniglia sarebbero facilmente trasportabili da una stanza all’altra. Tra i modelli più mini vi sono gli Olimpia Splendid Color Blast.
Pensa un po’, un elettrodomestico così leggero, sarà in grado di riscaldare un singolo ambiente della tua casa.

 

Termoventilatore ceramico o elettrico?

Prima di scegliere, è giusto descrivere la differenza tra un termoventilatore ceramico e uno elettrico. Il primo si basa su una resistenza ceramica per la produzione di calore, invece il secondo su una resistenza elettrica.
Qual è il migliore?
Ad una domanda così a bruciapelo, possiamo solo rispondere che il termoventilatore ceramico offre la stessa energia di calore, ma riesce a mantenere il calore più a lungo (la ceramica si raffredda più lentamente) e lo diffonde pure più velocemente.
Qual è il più costoso?
Il più costoso, a parità di caratteristiche e funzioni, è il modello ceramico, proprio perché, come spiegato in precedenza, mantiene il calore più a lungo. Quindi offre un vantaggio in più.

 

Termoventilatore da bagno

Spesso si ricade sulla scelta dei termoventilatori per utilizzarlo in bagno [Leggi il nostro articolo sulle stufette da bagno]. Anche se quest’ultimo, è un ambiente abbastanza pericoloso per un elettrodomestico, per questo bisogna fare molta attenzione quando compriamo un termoventilatore, che nella scatola sia indicata la sigla IP21.
Cosa significa IP21?
I più burloni sarebbero in grado di dichiarare che: tra esattamente 21 chilometri, potremmo incontrare un centro servizi per il rifornimento. Non è questo il caso e rigettiamo al mittente la battuta, tipica di chi, ha bevuto all’alba, già due bicchieri di Vodka.
La sigla IP21 sta ad indicare il livello di sicurezza. La prima cifra, posta dopo la P, indica quanto l’oggetto in questione sia resistente a corpi solidi superiori ai 12 mm. La seconda cifra, cioè 1, indica che il tuo oggetto, è immune dalla caduta di gocce verticali.
Molto diffusa anche la sigla IP24, in tal caso la stufa è resistente agli schizzi d’acqua provenienti da ogni direzione.
Tra i migliori termoventilatori da bagno impossibile non citare Radialight Touch Visio TBSLI021 e Radialight Touch TBSLI003.

 

Termoventilatore a parete: quando a terra non c’è spazio!

Ne abbiamo già parlato nell’articolo sulle stufe da parete. Questi apparecchi sono ideali per usarli quando sul pavimento non c’è spazio oppure se non si vuole nessun elettrodomestico che possa essere d’intralcio. Tra i modelli più belli consigliamo Argoclima Chic Silver.
Solitamente il kit d’installazione (viti e tasselli) viene dato insieme all’acquisto della stufa elettrica.

Termoventilatore o termoconvettore?

Spesso si fa confusione tra questi due tipi di stufe a resistenza. La differenza in effetti non è così abissale, ma anche se minima, c’è. Proveremo a spiegarla nel modo più comprensibile possibile, in modo che tu possa valutare bene se il termoventilatore è ciò che stai cercando o se è meglio per te, il termoconvettore.
Abbiamo visto come il termoventilatore applica una resistenza elettrica o ceramica per generare calore, invece il termoconvettore si basa su una conduzione termica. Motivo per cui, esistono diversi tipi di convettore: a gas, ad acqua ed elettrico.
Quali sono le principali differenze tra il termoventilatore e il termoconvettore?
Più leggero e facile da trasportare: il termoventilatore è più leggero e può essere trasportato da una stanza all’altra con più facilità.
Più veloce: grazie alla ventola il termoventilatore diffonde velocemente il calore.
Ovviamente, le caratteristiche del termoconvettore sono l’esatto opposto di ciò che abbiamo descritto per i termoventilatori, quindi sarà ideale per le stanze più grandi e per un uso più duraturo.

 

Termoventilatore o stufa alogena?

Altro dubbio, a cui a volte non si riesce a dare una risposta definitiva. Cercheremo di darla noi.
La differenza principale tra una stufa alogena e un termoventilatore, sta nella portata di calore. Con una stufa alogena non riuscirai mai a riscaldare adeguatamente una piccola stanza, perché è più adatta a riscaldare la singola persona che si trova davanti al suo raggio d’azione. Per esempio: ti svegli presto al mattino, piuttosto che accendere la stufa a gas e aspettare che cominci a riscaldare l’ambiente, accendi in un batter d’occhio la tua stufa alogena, e potrai cambiarti al tepore del suo calore. Cosa che non potresti fare con un termoventilatore.

 

Termoventilatore: consigli su marche

Importante valutare il marchio di un prodotto, lo stesso vale per il termoventilatore. Comprare una stufa elettrica dal marchio sconosciuto, potrebbe avere brutte conseguenze sia sulla tua salute (nel caso di termoventilatore da bagno) sia sull’uscita monetaria (nel caso non sia a risparmio energetico), per questo motivo, abbiamo selezionato per te, le migliori marche di termoventilatori. 
Tra le migliori marche, ad esempio, suggeriamo: De Longhi, Rowenta, Imetec, Olimpia Splendid e Radialight.

 

Termoventilatore: prezzi bassi!

Abbiamo visto i diversi tipi di termoventilatore, sia a ceramica che elettrico. I primi hanno un costo superiore rispetto ai secondi. Si possono però trovare, entrambi, ad un prezzo abbastanza contenuto ed economico. Certo, tutto dipende dalle caratteristiche e dalle funzioni, se no, è possibile imbattersi anche in modelli piuttosto costosi.
Noi ti consigliamo nel caso di un utilizzo non eccessivo e per stanze piccole, di optare sui modelli più economici che riescono a farti spendere poco e ad offrirti una buona qualità e un buon riscaldamento.

E spenderai ancora meno approfittando di queste offerte:

 

Ultimo aggiornamento: 19 giugno 2018 21:30
Search