Stufetta elettrica per bagno: guida alla scelta e suggerimenti d’acquisto

stufetta elettrica per bagnoOgni volta, piuttosto che uscire dalla doccia o dalla vasca, preferiresti che tua suocera venisse a stare da te per una settimana?
Piuttosto che beccarti il freddo del tuo bagno, preferiresti sorbirti un’intera giornata di soap opere amorose?
Certo che ne faresti di sacrifici. Per fortuna però, non serve farli, grazie alla stufetta elettrica per bagno.
Si sa, c’è un freddo allucinante quando si esce dalla doccia. Per non parlare di quando ci si immerge nel calore di una vasca da bagno, lì davvero, non si vorrebbe uscire più. Soprattutto perché sappiamo cosa ci aspetta subito dopo. Una volta chiusa l’acqua calda,  inizia il “corri corri” per mettersi subito l’accappatoio e rivestirsi in un baleno.
Tutti questi problemini d’ora in poi non li avrai più grazie alla stufetta elettrica per bagno.
Attenzione però: non basta comprare una stufa elettrica elettrica qualsiasi per sentirsi sicuri e protetti. Ricordati che stai inserendo in un ambiente umido, un elettrodomestico. E sappiamo tutti come il connubio acqua ed elettricità non è per nulla rassicurante. Quindi assicurati sempre che sia una stufetta elettrica per bagno con sigla IP21 o IP24.
Questa specifica sigla indica il livello di protezione. Il numero 2 indica che la tua stufetta da bagno è protetta dai corpi solidi  superiori ai 12 mm. Con il numero 1, invece, si indica l’impossibilità che le gocce verticali possano penetrare nella stufetta da bagno. Invece, il numero 4 indica la protezione dagli schizzi d’acqua da ogni posizione.

 

Ed ora, prima di leggere i consigli d’acquisto, ecco delle interessanti offerte:

 

Ultimo aggiornamento: 18 settembre 2018 12:40

 

Stufe elettriche per bagno: i nostri consigli d’acquisto

Prima di passare al prossimo paragrafo dove ti guideremo alle regole fondamentali per l’installazione delle stufette elettriche da bagno, vogliamo volgere l’attenzione ai consigli d’acquisto. Se non sai bene a quale stufetta affidare il riscaldamento del bagno, noi avremo più di un’idea da proporti.
Tutti e tre i prodotti in basso sono stati accuratamente recensiti e per la recensione ti basterà cliccare sugli appositi link.

Desideri un termoventilatore “colorato”? Ecco Olimpia Splendid Cromo Colors!

I termoventilatori Olimpia Splendid Cromo Colors (tra l’altro l’immagine in alto ritrae proprio uno di questi modelli) sono disponibili in più colori (4, così da poter scegliere quello più adatto all’arredamento del tuo bagno). Prodotti belli esteticamente, efficienti e non voluminosi (queste dimensioni non eccessive ne consentono il posizionamento anche sopra ad una mensola).

Desideri un termoventilatore slim ed elegante? Ecco Radialight TBSLI003

Una delle nostre scelte preferite, il Radialight TBSLI003 ci ha convinto non solo per il suo design elegante salvaspazio ma anche per tanti altri motivi, tra cui il timer settimanale e il sensore di rilevamento che permette un risparmio energetico. Di questo e non solo parleremo in modo più dettagliato nella nostra recensione che potrai leggere cliccando su Radialight TBSLI003.

Desideri un termoventilatore elegante in cui specchiarti? Ecco Radialight TBSLI021

Tra il termoventilatore precedente e il Radialight TBSLI021 non c’è alcuna differenza se non si guarda però all’aspetto estetico. Infatti, quest’ultimo modello vanta un elegante design a specchio. Proprio così, potrai specchiarti davanti alla tua stufa elettrica.
Se interessato a questo termoventilatore ti invitiamo a leggere la recensione completa cliccando su Radialight TBSLI021.

 

Scelta della stufetta da bagno in base alle dimensioni della stanza!

Particolare attenzione va data alla dimensione del tuo bagno. Lo abbiamo detto prima, ma ci tocca ripeterlo. Acqua e corrente non vanno d’accordo, e questo lo sai, e più è vicino un elettrodomestico alla vasca o alla doccia più aumenta la pericolosità. Proprio per misurare questo pericolo sono state individuate quattro zone. Definite secondo la normativa CEI 64-8.

  • Zona 0: si intende il volume interno alla vasca o alla doccia (se manca il piatto doccia l’altezza è di 10 cm). In questa area è preferibile non installare alcuna stufetta per bagno.
  • Zona 1: si intende il volume sovrastante la zona 0 fino ad un’altezza di 225 cm (in caso di fondo doccia/vasca alto più di 15 cm, la misura deve partire da questo fondo e non dal pavimento). Secondo le norme di sicurezza meglio non installare alcuna stufetta elettrica.
  • Zona 2: si intende il volume che circonda la doccia fino a 60 cm in orizzontale e 225 cm in verticale. In questo caso è possibile installare la stufetta da bagno di classe 2, ovvero con doppio isolamento e con protezione IPX4 o IP24. Nota bene: se hai una doccia senza piatto per te la zona 2 non esiste, ma esiste solo una zona 1 più grande aumentata di 120 cm.
  • Zona 3: la distanza dalla zona 2 è di almeno 240 cm ed è questa l’area considerata più sicura.

 

Stufetta da bagno: quanto costa?

La stufetta elettrica per bagno solitamente non ha un costo eccessivo [in questa pagina puoi valutare i prezzi di diversi modelli], ma ciò dipende dalle caratteristiche e dalle funzioni presenti che variano anche a seconda della tipologia di stufa da bagno. Ad esempio se si preferisce un termoventilatore (il più consigliato come stufetta elettrica per bagno) ad un convettore variano le caratteristiche e di conseguenza le performance e il prezzo.

Search